Ci vuole Calma…

marzo 5, 2008

Calma! Le cose fatte con calma sono sempre le migliori, e non è solo uno spot pubblicitario, è la pura verità. Tutto ciò che con calma, nasce, cresce, si sviluppa e si rafforza, potrà più facilmente affrontare le difficoltà e i problemi della vita. Così il ragazzo che crescerà sfruttando tutta la sua adolescenza sarà nettamente più sicuro e coerente di quello che è cresciuto troppo in fretta; il sentimento maturato in alcuni anni, quella passione mai dichiarata che diventa qualcosa di più, sarà certamente più stabile di una bruciante passione nata dall’intrecciarsi di uno sguardo; quel lavoro fatto con calma impiegandoci due giorni in più sarà sicuramente più apprezzato di quello fatto in un pomeriggio per poter uscire un giorno in più. Con calma prendetevi il vostro tempo, seguite il vostro istinto ma lasciate sempre accesa la ragione, come una dolce compagna di viaggio: come la radio in macchina, la musica quando studiate, qualcosa di presente ma non essenziale; fate ciò che dovete, fate ciò che volete, ma fatelo bene: fatelo con calma; perchè ogni occasione toccata è un’occasione bruciata, ed è sempre meglio avere pochi ottimi ricordi che averne troppi brutti. Che tutto sia come voi lo desiderate, anche se ci dovreste mettere anni…

“Più i fiumi son profondi, con minor rumore scorrono.” Fedro

Just a Copy Paste

marzo 3, 2008

Questo è per tutti quelli che, come me, non riescono a smettere di trarre giovamento dalla sottile e logorante tortura psicologica insita nella discussione avviata senza alcuno scopo preciso; in cui le idee non si completano ma semplicemente si proteggono da se stesse.

“L’unico modo di conservare la propria solitudine è di offendere tutti, prima di tutti, coloro che si ama.” Émile M. Cioran

“Il tormento, per alcuni, è una necessità, un bisogno, un appetito, un compiacimento.” Émile M. Cioran

What if I say that I’ll never surrender?

marzo 2, 2008

Non è necessario alcun tipo di commento il testo e la canzone parlano da soli…

Foo Fighters – The Pretender

Keep you in the dark
You know they all pretend
Keep you in the dark
And so it all began

Send in your skeletons
Sing as their bones go marching in… again
The need you buried deep
The secrets that you keep are at the ready
Are you ready?
I’m finished making sense
Done pleading ignorance
That whole defense

Spinning infinity, boy
The wheel is spinning me
It’s never-ending, never-ending
Same old story

What if I say I’m not like the others?
What if I say I’m not just another one of your plays?
You’re the pretender
What if I say that I’ll never surrender?

What if I say I’m not like the others?
What if I say I’m not just another one of your plays?
You’re the pretender
What if I say that I’ll never surrender?

In time or so i’m told
I’m just another soul for sale… oh, well
The page is out of print
We are not permanent
We’re temporary, temporary
Same old story

What if I say I’m not like the others?
What if I say I’m not just another one of your plays?
You’re the pretender
What if I say that I’ll never surrender?

What if I say I’m not like the others?
What if I say I’m not just another one of your plays?
You’re the pretender
What if I say that I’ll never surrender?

I’m the voice inside your head
You refuse to hear
I’m the face that you have to face
Mirrored in your stare
I’m what’s left, I’m what’s right
I’m the enemy
I’m the hand that will take you down
Bring you to your knees

So who are you?
Yeah, who are you?
Yeah, who are you?
Yeah, who are you?

Keep you in the dark
You know they all pretend

What if I say I’m not like the others?
What if I say I’m not just another one of your plays?
You’re the pretender
What if I say that I’ll never surrender?

What if I say I’m not like the others?
What if I say I’m not just another one of your plays?
You’re the pretender
What if I say that I’ll never surrender?

What if I say I’m not like the others?
(Keep you in the dark)
What if I say I’m not just another one of your plays?
(You know they all… pretend)
You’re the pretender
What if I say that I’ll never surrender?

What if I say I’m not like the others?
(Keep you in the dark)
What if I say I’m not just another one of your plays?
(You know they all… pretend)
You’re the pretender
What if I say that I’ll never surrender?

So who are you?
Yeah, who are you?
Yeah, who are you?

Illusione Mediatica

febbraio 29, 2008

ecco a voi uno dei più grandi casi di Illusione Mediatica, ovvero di ignoranza e superficialità della massa. La canzone You Weren’t There di Lene Marlin, famoso lentone nelle top chart di alcuni anni fa è sempre da tutti stato considerato una canzone d’amore, in cui si sarebbero dovuti narrare problemi di coppia, tristi addi e felici ricongiungimenti. Già sarebbe…perchè così non è, la canzone parla si dei problemi di una coppia ma di Padre e Figlia. Eppure la gente è sempre stata convinta che fosse una canzone d’Amore, stravolgendone il senso. Questo accade perchè in fondo solo pochi ascoltano quello che in realtà si sente e molti ascoltano solo quello che vogliono sentire. Comunque qui trovate il testo completo e la canzone. State attenti! Diffidate delle illusioni che la vostra mente getta sul mondo e guardate tutto da un’altra prospettiva….sempre

Artist: Lene Marlin
Album: Another day
Title: You Weren’t there

She came home just won the game
Long time struggle she fulfilled her dream
All she wanted was to make you proud
You weren’t there

Had his birthday a few days ago
He got some presents, a big party too
And there were congratulation cards
As it used to be for
Not ever one from you

You weren’t there
Distant far away
It’s like this every day
I see it in their heads
Wonder if you’ll come
Afraid to close their eyes
And miss you once again
She cut herself on that piece of paper
It didn’t hurt but she saw the blood
She could need that embrace
You weren’t there

Did he have to cry louder?
Would that make you hear him?
You see his heart was broken
For the first time

You weren’t there
Distant far away
It’s like this every day
I see it in their heads
Wonder if you’ll come
Afraid to close their eyes
And miss you once again

You cannot turn back time
I wish that to come true
They’re making up these stories about you

You weren’t there
Distant far away
It’s like this every day
I see it in their heads
Wonder if you’ll come
Afraid to close their eyes
And miss you once again
Miss you once again…

Somewhere Between the Sacred Silence and Sleep

febbraio 26, 2008

C’è un posto, un luogo; forse reale, forse immaginario, tra l’eterno silenzio e il sogno, in cui si avvera ogni nostra fantasia, in cui tutto può divenire realtà, in cui rifugiarsi quando il mondo ci ripudia. C’è un posto in cui ognuno di noi è a casa, un posto tra il “sacro silenzio e il sogno”….

Contest Season Countdown 3…2…1…

febbraio 24, 2008
Scaldate i motori, controllate le gomme perchè dopo un po’ di settimane di inattività torna la Contest Season, oggi torniamo in tema musicale, percui ecco a voi la lyric da scoprire:
“Are you searching for long lost landscapes
Lit by flowers and crystal cascades?
Where the lamb lies down with the lion
Where the wolf is one with the wild”
Mi aspetto come al solito almeno 2/3 copia incolla da Google, ma da oogi un premio speciale a chi troverà la soluzione senza usare motori di ricerca e trucchi simili ^_^ Ma basta parlare a voi la parola….

Rome wasn’t built in a day

febbraio 21, 2008

Spesso la cosa più difficle nella vita è stare ad aspettare, rimanere fermi senza fare nulla, in quella permanenza che logora i nervi, in quell’inattività che fa lavorare il cervello, crea pensieri di cui faremmo volentieri a meno, ma che costanti tornano a noi. Ed è proprio vero che la pazienza è la virtù dei saggi, perchè bisogna essere davvero illuminati per capire che aspettare non è inattività, ma preparazione al domani. E dobbiamo essere pazienti per vedere come le cose si evolvono e si sistemano intorno a noi, vedere crescere la nostra vita da sola, senza interferenze, senza di noi; perchè che lo vogliamo oppure no, noi non siamo realmente necessari. Per cui prendetevela con calma, e se siete in un brutto periodo sedetevi ed aspettate, in fondo lo sapete anche voi no che “Rome wasn’t built in a day”!

Vorrei…

febbraio 20, 2008

Vorrei rimanere tutta la notte a fissare le stelle, in una notte di luna nuova, vorrei osservare infinite albe ed eterni tramonti, fare centinaia di viaggi, e conoscere migliaia di persone, osservare la bellezza della natura e la forza dell’uomo, vorrei veleggiare su tutti i mari e approdare su ogni isola, scoprire cose nuove e imparare cose già scoperte, vorrei costruirmi una casa e vivere sotto una tenda, nuotare nell’aria e respirare sott’acqua. Vorrei fare tantissime cose, ma nulla di tutto ciò avrebbe senso se rimango da solo, poichè nulla è più importante di avere accanto qualcuno con cui condividere gioie e dolori della vita. Vorrei solo un angolo di felicità da condividere con qualcuno di speciale, ed in quel angolo potrei fare tutto ciò che voglio. Vorrei…

Life…

febbraio 19, 2008

oggi ho un solo pensiero per voi, un video, un video che mi ha espresso in pochi secondi quello che molti cercano di capire per tutta la vita: “The right to Life”…

Lady (Hear Me Tonight)…

febbraio 18, 2008

Chiedo scusa a tutti quelli che mi seguono, ma ho avuto qualche piccolo problema nell’ultimo periodo che mi ha tenuto lontano dal blog per un po’. Nulla di grave e nulla di definitivo, c’è sempre tempo per ricominciare. Ora dovrei tornare a scrivere, però non ho pensieri da scrivere ho solo una cosa in testa in questo momento una canzone. Avrei da sempre voluto fare come nel video, prendere una macchina 4 amici veri e andare a fare un viaggio, senza meta, senza decisioni, senza programmi, senza senso. Solo per stare un po’ con le persone a cui tengo, solo per vivere la vita come dovrebbere essere sempre: una sorpresa continua; per godere delle cose semplici, quelle che non notiamo e quelle che ci passano inosservate. Avrei voluto fare un viaggio, e forse un giorno lo farò, e metterò questa canzone, e viaggerò puntando solo l’orizzonte, con un sogno nel cuore, la speranza negli occhi, la musica nell’orecchie, il profumo della liberta in testa, il sapore della scoperta sulla lingua e pochi amici giusti attorno…un giorno lo farò…un giorno…

Modjo – Lady (hear me tonight)